Coloriamo il nostro futuro

La settimana dell’alimentazione, NATURAL-MENTE MANGIANDO con l’ICS Castellana-Polizzi

(da MadonieNotizie.it)

“Per crescere un bambino ci vuole un villaggio”. È lo slogan che più rappresenta l’iniziativa promossa dall’Istituto comprensivo Castellana Sicula – Polizzi Generosa per educare alla corretta alimentazione. Il miglior modo escogitato per farlo è stato sicuramente coinvolgere tutte le fasce d’età sotto un’unica bandiera: il cibo. 
Secondo delle tappe ben definite e stabilite da merende quotidiane degne di uno stile di vita sano e secondo incontri con esperti, dottori e medici si è svolta la settimana dell’alimentazione sposata dal progetto d’istituto “Coloriamo il nostro futuro” che ha avuto luogo dal 10 al 16 Ottobre a Castellana Sicula ed a Polizzi.

Una delle tappe per i bambini è stata essere accolti dagli studenti dell’Istituto Enogastronomia (Struttura Geodetica): questi ultimi hanno simulato ai più giovani le basi per una sana e ricca colazione, attraverso l’equilibrio che stabiliscono i più semplici e naturali alimenti: lezione molto spesso sottovalutata bensì sostituita da alimenti inappropriati od inadeguati. I docenti, invece, Fabio Scialabba e Salvatore Fustaino hanno contribuito ad approfondire ed a dare un quadro completo  dell’argomento nel dettaglio.

A seguire, l’intervento illustrato del professore Salvatore Cuccia, Docente di scienza degli alimenti, ha mostrato un piano alimentare vario per i bambini dai 5 ai 15 anni,anche nella sede di Polizzi Generosa, evidenziando le scelte nutrizionali più corrette per l’età evolutiva, ricordando di non sottovalutare mai la pratica di un’attività fisica costante.  
Inoltre, per gentile concessione della ditta Spitaleri, i bambini hanno potuto gustare una merenda a base di frutta variegata.

Il programma porta in prima fila i diretti interessati all’alimentazione dei più piccoli: i genitori.  La cattiva abitudine dell’adulto responsabile nell’apportare un alto contenuto calorico  somministrando al bambino un’errata ripartizione energetica giornaliera, con eccessi la sera e carenze al mattino ad esempio, può portare squilibri nella dieta quotidiana del piccolo: questa importante parentesi è stata curata da Santo Sabella, medico di famiglia ed esperto del settore.

Non c’è da sottovalutare però la tradizione, i cibi stagionali vengono così raccontati dai più anziani della comunità, i nonni ed i bis nonni, che, in collaborazione con l’associazione AUSER, raccontano come e quando venivano consumati e le relative ricette culinarie.

Il contributo di don Calogero Falcone, parroco di San Francesco di Paola, accompagnato dai volontari della Caritas diocesana, è stato prezioso e caratterizzante per essere riuscito a far riflettere rispetto a profili diversi del tema: la fame nel mondo. Limitare gli sprechi è stato al vertice della discussione.

A chiudere le attività sono stati prima i docenti stessi con le loro lezioni sulla piramide alimentare e dieta mediterranea, patrimonio dell’UNESCO ed a seguire la diretta streaming su “La cerimonia della giornata mondiale dell’alimentazione“.

Ignazio Sauro

La mattinata del 15 ottobre è stata caratterizzata dall’intervento di Rosario Schicchi, docente universitario e Anna Geraci, che hanno parlato ai ragazzi delle verdure spontanee che possono trovare andando a passeggio nelle nostre campagne, oltre ad illustrare delle ricette per la preparazione delle stesse.
I ragazzi hanno avuto la possibilità di osservare le varie tipologie di verdure, raccolte nella mattinata dagli stessi genitori, Schicchi e la Geraci hanno spiegato le varietà che si trovavano sul tavolo.
Nel pomeriggio, nell’aula consiliare del comune,  il professore Rosario Schicchi e la coautrice Anna Geraci, hanno presentato il lbro “Le verdure spontanee di Sicilia nella dieta mediterranea”.

Infine, largo spazio agli alunni, domenica 16 ottobre, nella stesura di un menù sano da condividere con le famiglie per la giornata mondiale dell’alimentazione.
Il menù è stato elaborato, con la consulenza dell’esperto Sabella, in seno al Consiglio Comunale dei Ragazzi  e presentato al pubblico da Lorenzo Russo, mini sindaco di Castellana Sicula.
L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla disponibilità del dirigente scolastico Ignazio Sauro, dell’Amministrazione comunale castellanese, dell’ ASD Polisportiva e di tutti i genitori dei comuni dove ha sede l’istituto comprensivo.